Discussione:
Musica di qualità questa sconosciuta
(troppo vecchio per rispondere)
R.u.m.i
2004-07-06 11:34:41 UTC
Permalink
Ciao a tutti e speriamo che questo NG sia sempre più frequentato, veniamo al
dunque:

Vi siete accorti che nella nostra amata città non si riesce a trovare della
musica decente? vi riporto le mie esperienze:
Partiamo dal presupposto che brescia è una grande città, sicuramente più
grande di Pesaro, Parma, Reggio Emilia, Ancona?. , ma nonostante il pregio
di esser vicini a Milano, Verona, il mercato della musica è uno stereotipo
modellato sul commerciale.
Quindi se una persona vuole uscire dai canoni imposti dai media si deve
armare di santa pazienza internet e km passati a setacciare negozio per
negozio, dove voglio arrivare ? semplice...in una città dove girano i soldi,
città con una provincia allucinante ( mi sembra la più grande d'italia, o
comunque tra le più grandi) non ci sia una scelta in un contesto culturale.
Volete musica Fusion? sì trovate Kenny G. ma Muller o Rick Braun?
Volete jazz? a parte i grandi nomi storici si fà fatica a trovar qualcosa di
valido
Volete Swing? ora forse con l'evento di Boublè qualcosa si trova...ma
prima........2 o 3 complessi
Volete Acid jazz?
Penso che abbiate capito dove voglio arrivare, nelle altre città questo
problema è limitato, si dà grande spazio alla musica e alla scoperta di
nuovi autori chissà se un domani anche da noi sarà così!
Paulakis from Brescia
2004-07-06 12:23:01 UTC
Permalink
il giorno Tue, 06 Jul 2004 11:34:41 GMT, mentre ascoltavo"Confutatis
maledictis, flammis acribus addictis, voca me cum benedictis", lessi
Post by R.u.m.i
Volete Swing? ora forse con l'evento di Boublè qualcosa si trova...ma
prima........2 o 3 complessi
Volete Acid jazz?
Penso che abbiate capito dove voglio arrivare, nelle altre città questo
problema è limitato, si dà grande spazio alla musica e alla scoperta di
nuovi autori chissà se un domani anche da noi sarà così!
Mah.....qui non concordo ( e di sicuro mi sono giocato lo sconto sui
drinks).
In 3 anni a Brescia abbiamo ascoltato:
1) Mark Knopler ( o i Dire Straits che è la stessa cosa)
2) Al Jarreu ( o come cazz si scrive)
3) Bob Dylan
4) Neil Young
5) Paul Simon
6) Daniele, Mannoia e l'altro ( va beh...sorvoliamo)
7) Alanais Morisette ( o come cazz si scrive)
8) Paolo Conte
9) Jethro Tull (vecchietti si, ma sempre validi)
10) Jamiroquai ( o c.c.s.s)
Ho dimenticato di sicuro qualcuno, ma questi nomi non sono i Tazenda (
senza offesa, ovvio) , nè i Tiromancino (senza offesa) nè gli 883
(come sopra).
Diciamo che mancano locali dove si faccia musica dal vivo di qualità,
questo ,imho, sembra che manchi.

Ciao!


Paulakis from Brescia, Alias Golden Reflex,alias ACID JAZZ
Thunder7
2004-07-06 12:29:33 UTC
Permalink
Stavo cercando di annientare una terribile divisione di troll
Post by Paulakis from Brescia
Mah.....qui non concordo ( e di sicuro mi sono giocato lo sconto sui
drinks).
1) Mark Knopler ( o i Dire Straits che è la stessa cosa)
quoto in pieno!!
Post by Paulakis from Brescia
7) Alanais Morisette ( o come cazz si scrive)
quoto anche qui...
Post by Paulakis from Brescia
9) Jethro Tull (vecchietti si, ma sempre validi)
....Jarno Trulli?? quello della F1??
;-P
Post by Paulakis from Brescia
Ciao!
Paulakis from Brescia, Alias Golden Reflex,alias ACID JAZZ
Oxar
2004-07-06 13:19:44 UTC
Permalink
Post by Thunder7
Post by Paulakis from Brescia
9) Jethro Tull (vecchietti si, ma sempre validi)
....Jarno Trulli?? quello della F1??
ROTFLissssimisssimo
R.u.m.i
2004-07-06 12:27:51 UTC
Permalink
Post by Paulakis from Brescia
il giorno Tue, 06 Jul 2004 11:34:41 GMT, mentre ascoltavo"Confutatis
maledictis, flammis acribus addictis, voca me cum benedictis", lessi
Post by R.u.m.i
Volete Swing? ora forse con l'evento di Boublè qualcosa si trova...ma
prima........2 o 3 complessi
Volete Acid jazz?
Penso che abbiate capito dove voglio arrivare, nelle altre città questo
problema è limitato, si dà grande spazio alla musica e alla scoperta di
nuovi autori chissà se un domani anche da noi sarà così!
Mah.....qui non concordo ( e di sicuro mi sono giocato lo sconto sui
drinks).
1) Mark Knopler ( o i Dire Straits che è la stessa cosa)
2) Al Jarreu ( o come cazz si scrive)
3) Bob Dylan
4) Neil Young
5) Paul Simon
6) Daniele, Mannoia e l'altro ( va beh...sorvoliamo)
7) Alanais Morisette ( o come cazz si scrive)
8) Paolo Conte
9) Jethro Tull (vecchietti si, ma sempre validi)
10) Jamiroquai ( o c.c.s.s)
Ho dimenticato di sicuro qualcuno, ma questi nomi non sono i Tazenda (
senza offesa, ovvio) , nè i Tiromancino (senza offesa) nè gli 883
(come sopra).
Diciamo che mancano locali dove si faccia musica dal vivo di qualità,
questo ,imho, sembra che manchi.
Ciao!
Tranquillo non ti sei giocato la bevuta ;) , certo i nomi che hai elencato
sono importanti ma comunque rientrano sempre nella categoria commerciale o
comunque dei grandi nomi....., quello che intendevo io sta proprio nella
ricerca di qualcosa di nuovo, di ascoltare gruppi nuovi, allargare le
prorpie vedute della musica..non sò se mi son spiegato bene......spero di
sì.
Paulakis from Brescia
2004-07-06 12:39:34 UTC
Permalink
il giorno Tue, 06 Jul 2004 12:27:51 GMT, mentre ascoltavo"Confutatis
maledictis, flammis acribus addictis, voca me cum benedictis", lessi
Post by R.u.m.i
Tranquillo non ti sei giocato la bevuta ;) ,
Innanzitutto comincio a remare dalla mia parte: una bevuta ADESSO è
una bevuta....se apri il locale tra 4 anni, sono almeno 3 bevute ( sai
sanzioni, interessi, bla,bla bla): quindi prima apri meglio è....



quello che intendevo io sta proprio nella
Post by R.u.m.i
ricerca di qualcosa di nuovo, di ascoltare gruppi nuovi, allargare le
prorpie vedute della musica..non sò se mi son spiegato bene......spero di
sì.
In questo caso si, a BRescia manca una cultura in questo senso.
Certo non possiamo pretendere di fare a Brescia un programma tipo
"Umbria Jazz" (anche perchè sarebbe, al massimo, Lombardia Jazz) ma in
effetti bisognerebbe puntare ANCHE su nomi meno noti e meno
"popolari".


Paulakis from Brescia, Alias Golden Reflex,alias ACID JAZZ
Andrea
2004-07-22 12:23:09 UTC
Permalink
bè comunque esiste l'Iseo e Clusone Jazz Festival che non è poco...
ciao

Andrea
Post by Paulakis from Brescia
il giorno Tue, 06 Jul 2004 12:27:51 GMT, mentre ascoltavo"Confutatis
maledictis, flammis acribus addictis, voca me cum benedictis", lessi
Post by R.u.m.i
Tranquillo non ti sei giocato la bevuta ;) ,
Innanzitutto comincio a remare dalla mia parte: una bevuta ADESSO è
una bevuta....se apri il locale tra 4 anni, sono almeno 3 bevute ( sai
sanzioni, interessi, bla,bla bla): quindi prima apri meglio è....
quello che intendevo io sta proprio nella
Post by R.u.m.i
ricerca di qualcosa di nuovo, di ascoltare gruppi nuovi, allargare le
prorpie vedute della musica..non sò se mi son spiegato bene......spero di
sì.
In questo caso si, a BRescia manca una cultura in questo senso.
Certo non possiamo pretendere di fare a Brescia un programma tipo
"Umbria Jazz" (anche perchè sarebbe, al massimo, Lombardia Jazz) ma in
effetti bisognerebbe puntare ANCHE su nomi meno noti e meno
"popolari".
Paulakis from Brescia, Alias Golden Reflex,alias ACID JAZZ
Paulakis ° from Brescia
2004-07-22 12:40:44 UTC
Permalink
il giorno Thu, 22 Jul 2004 14:23:09 +0200, mentre canticchiavo" I'm
just a gigolo and e'ry where I go people know the part I'm playing"
lessi su italia.brescia.discussioni scritto da "Andrea"
Post by Andrea
bè comunque esiste l'Iseo e Clusone Jazz Festival che non è poco...
ciao
Ho "scoperto" che c'è anche una 3 giorni jazz dal 23 al 25 luglio qui
a Brescia.
Spero di riuscire ad andarci, o spero che qualcuno di voi ci vada per
"postare" commenti.

CIAO!


Paulakis from Brescia, Alias Golden Reflex,alias ACID JAZZ

Je so' pazzo je so' pazzo
si se 'ntosta 'a nervatura
metto a tutti 'nfaccia o muro
(P.D.)
R.u.m.i
2004-07-22 15:40:19 UTC
Permalink
Post by Paulakis ° from Brescia
il giorno Thu, 22 Jul 2004 14:23:09 +0200, mentre canticchiavo" I'm
just a gigolo and e'ry where I go people know the part I'm playing"
lessi su italia.brescia.discussioni scritto da "Andrea"
Post by Andrea
bè comunque esiste l'Iseo e Clusone Jazz Festival che non è poco...
ciao
Ho "scoperto" che c'è anche una 3 giorni jazz dal 23 al 25 luglio qui
a Brescia.
Spero di riuscire ad andarci, o spero che qualcuno di voi ci vada per
"postare" commenti.
Io forse ci vado questa sera in piazza tebaldo brusato.................vi
farò sapere
Zio Fester
2004-07-06 12:46:36 UTC
Permalink
Post by R.u.m.i
Tranquillo non ti sei giocato la bevuta ;) , certo i nomi che hai
elencato sono importanti ma comunque rientrano sempre nella categoria
commerciale o comunque dei grandi nomi....., quello che intendevo io
sta proprio nella ricerca di qualcosa di nuovo, di ascoltare gruppi
nuovi, allargare le prorpie vedute della musica..non sò se mi son
spiegato bene......spero di sì.
come musica live la scoperta dell'underground, però nel settore rock
indipendente /experimental rock /elettronica d'avanguardia, in questo
momento la sta facendo il Freemuzik di Marco Obertini (via Valcamonica) che
ha proseguito il discorso "internazionalista" (frequentissimi i gruppi
americani, tedeschi, islandesi addirittura - 2 anni fa vennero i Mùm) del
Donne & Motori.
per quanto riguarda jazz / swing /acid jazz non me ne intendo molto.
son sicuro che c'è un posto che fa acid jazz e r&b a Gussago, ma non ne
ricordo il nome, poi ci sono alcuni posti cult come il Socombo che fanno
jazz, ma non so a che livello.

il problema grosso, come pare si concordi, è il tipo di musica che va in
onda nei locali *non live*: anonimissima, fredda e inutile. io spesso esco
stufo della noia data dal programma musicale.
però si sa, in Italia il mainstream (e con questo intendo la materia
facilmente fruibile) è quanto di più orrendo ci possa essere: ad es.
provatemi a trovare una radio decente, su.

bye
fester
Summer
2004-07-06 13:35:52 UTC
Permalink
Post by R.u.m.i
Tranquillo non ti sei giocato la bevuta ;) , certo i nomi che hai
elencato sono importanti ma comunque rientrano sempre nella categoria
commerciale o comunque dei grandi nomi....., quello che intendevo io
sta proprio nella ricerca di qualcosa di nuovo, di ascoltare gruppi
nuovi, allargare le prorpie vedute della musica..non sò se mi son
spiegato bene......spero di sì.
Si però quel genere di musica ha un circolo di amatori ristretto. Ti
precludi una buona fetta di mercato.
Ci può stare la serata sperimentale, ma se sperimenti di venerdi o sabato
rischi che chi non ha un palato fini etichetti il locale come uno in cui si
suna musica poco "orecchiabile o ballabile" e ti tagli le gambe.
Lo so che a volte è noioso risentire il solito gruppo che suona Vasco o
Ligabue però è ciò che la maggioranza dei clienti vuole.
Io sono una aficionados del Fandango, all'interno del Game City di
Castelmella che fa regolarmente musica dal vivo, e ogni qual volta ci si è
arrischiati con gruppi un po' fuori dagli schemi la risposta del pubblico è
stata fredda.
Il locale può essere innovativo ma ricorda che i gusti della massa non lo
sono.
--
-/\- Summer -/\-
--------------------------------
Riccardo P. - 3815 -
http://www.veridiano3.com
http://www.startrekitaliamagazine.it
http://www.palazzani.it
Paulakis from Brescia
2004-07-06 15:27:24 UTC
Permalink
il giorno Tue, 6 Jul 2004 15:35:52 +0200, mentre ascoltavo"Confutatis
maledictis, flammis acribus addictis, voca me cum benedictis", lessi
su italia.brescia.discussioni scritto da "Summer"
Post by Summer
Si però quel genere di musica ha un circolo di amatori ristretto. Ti
precludi una buona fetta di mercato.
Io faccio riferimento ad avvenimenti come Umbria Jazz.
Se leggi i nomi degli ospiti probabilmente ne conosci si e no il 10% (
ad anche io, modestamente ne conosco pochissimi).
Pero' conosco gente ( amici miei pazzi) che si becca 1 settimana di
ferie per andare a Umbria Jazz ed ogni sera c'è il "tutto esaurito".

A Brescia una "cosa" del genere difficilmente potrebbe accadere.

Concordo con te che in certi locali se non "metti" il Vasco, Liga e
pochi altri NON porti gente.


Paulakis from Brescia, Alias Golden Reflex,alias ACID JAZZ
Summer
2004-07-06 18:17:23 UTC
Permalink
Post by Paulakis from Brescia
il giorno Tue, 6 Jul 2004 15:35:52 +0200, mentre ascoltavo"Confutatis
maledictis, flammis acribus addictis, voca me cum benedictis", lessi
su italia.brescia.discussioni scritto da "Summer"
Post by Summer
Si però quel genere di musica ha un circolo di amatori ristretto. Ti
precludi una buona fetta di mercato.
Io faccio riferimento ad avvenimenti come Umbria Jazz.
Se leggi i nomi degli ospiti probabilmente ne conosci si e no il 10% (
ad anche io, modestamente ne conosco pochissimi).
Pero' conosco gente ( amici miei pazzi) che si becca 1 settimana di
ferie per andare a Umbria Jazz ed ogni sera c'è il "tutto esaurito".
Mi sembrava che Rumi intendesse qualcosa di ancora più elitario del jazz.
--
-/\- Summer -/\-
--------------------------------
Riccardo P. - 3815 -
http://www.veridiano3.com
http://www.startrekitaliamagazine.it
http://www.palazzani.it
swen_news
2004-07-22 21:41:25 UTC
Permalink
-

[no quote] R.u.m.i.

\ a Brescia in questo periodo stanno facendo delle piccole
esecuzioni in piazza del Foro, di fronte al Tempio Capitolino
(Capitolium) (quello con i frammenti di tempio e i frammenti
di VESPASIANVS AVGVSTVS sulla facciata) (essendo il
Teatro romano quasi tutto sepolto, non per altro) (a Verona
utilizzano l'Arena, intatta e in superficie, non per altro)


-
--
***@despammed.com
***@email.it
Non dire gatto, se non ce l'hai nel sacco
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Sergio Michele
2004-07-22 22:20:06 UTC
Permalink
Post by swen_news
-
[no quote] R.u.m.i.
\ a Brescia in questo periodo stanno facendo delle piccole
esecuzioni in piazza del Foro, di fronte al Tempio Capitolino
Sei spettacoli tutti i lunedi. a cominciare dal prossimo ed esluso il 16.08,
alle 21.00. "Purtroppo" è gratis: anche se arrivi mezz'ora prima non trovi
posto nemmeno in piedi!
Post by swen_news
(Capitolium) (quello con i frammenti di tempio e i frammenti
di VESPASIANVS AVGVSTVS sulla facciata) (essendo il
Teatro romano quasi tutto sepolto, non per altro) (a Verona
utilizzano l'Arena, intatta e in superficie, non per altro)
Non fare il disfattista; chi ti legge senza conoscere la città chissà che
può pensare! E' successo quello che è capitato a Roma al Teatro Marcello.

Ciao.

Sergio.
swen_news
2004-07-23 20:36:33 UTC
Permalink
Post by Sergio Michele
[..]
a Brescia[..]piazza del Foro, di fronte al Tempio Capitolino
Sei spettacoli tutti i lunedi. a cominciare dal prossimo ed
escluso il 16.08, alle 21.00. "Purtroppo" è gratis: anche
se arrivi mezz'ora prima non trovi posto nemmeno in piedi!
(Capitolium)[..]VESPASIANVS AVGVSTVS[..]
Teatro romano quasi tutto sepolto[..]) (a Verona
utilizzano l'Arena, intatta e in superficie[..]
Non fare il disfattista; chi ti legge senza conoscere la città chissà che
può pensare! E' successo quello che è capitato a Roma al Teatro Marcello.
Ciao.
Sergio.
-

Volevo prima di tutto far presente che pure a Brescia c'era
stata la citta` romana. Pare ci sia in giro gente davvero
convinta che tutte le costruzioni antiche rimangano li` in
eterno, integre e in bella vista, apposta per far divertire i
turisti. Come del resto ci sono sempre piu` bambini che
pretendono animali per i loro capricci, scambiandoli per
giocattoli o per creature bizzarre dei disegni animati.

Poi rimane il fatto che pure gli edifici costruiti
sopra il teatro sono tutelati, e quindi non si
possono demolire. Non per fare il disfattista, ma...

Hanno pensato ad alcune idee fantasiose e
complicate per risolvere la questione, ma per
ora solo idee, o studi puramente accademici

-

Ciao


-
--
***@despammed.com
***@email.it
Non dire gatto, se non ce l'hai nel sacco
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Sergio Michele
2004-07-24 15:50:46 UTC
Permalink
Post by swen_news
Hanno pensato ad alcune idee fantasiose e
complicate per risolvere la questione, ma per
ora solo idee, o studi puramente accademici
D'accordo su tutto. Non sono aggiornato sulle ultime fantasie.

Sergio.
swen_news
2004-07-24 21:55:25 UTC
Permalink
Post by Sergio Michele
Post by swen_news
Hanno pensato ad alcune idee fantasiose e
complicate per risolvere la questione, ma per
ora solo idee, o studi puramente accademici
D'accordo su tutto.
\ Non avevo voglia di scriverlo
Post by Sergio Michele
Non sono aggiornato sulle ultime fantasie.
Sergio.
\ Molto aggiornato nemmeno io, avevo letto
qualcosa per sbaglio e l'ho gia` dimenticato.

Un tale ha pubblicato un libro a Milano, si vede in
copertina l'immagine del teatro ricostruito e all'aperto

-

Oggi pioveva, e sembrava come se piovesse.
Se non ti bagni, perde un po' in concretezza.

Spesso chi va al Bancomat per un prelievo teme
un'aggressione prima, ma si tranquillizza dopo,
quando esce con i soldi pronti da rubare. E` strano.


-
--
***@despammed.com
***@email.it
Non dire gatto, se non ce l'hai nel sacco
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
swen_news **\\_LINK_TeatroRomano_\\**
2004-11-02 19:10:54 UTC
Permalink
-

integrazione al mio messaggio del 23 luglio 2004
in risposta a Sergio Michele

Link all'idea-progetto di recupero del Teatro romano di Brescia

http://brezza.iuav.it/dpa/contenuti/attivita/consemev/archivio03/grassi/loc.htm

[Giorgio Grassi] (se la URL si spezza, ricomponila)

-
Post by swen_news
Post by Sergio Michele
[..]
a Brescia[..]piazza del Foro, di fronte al Tempio Capitolino
Sei spettacoli tutti i lunedi. a cominciare dal prossimo ed
escluso il 16.08, alle 21.00. "Purtroppo" è gratis: anche
se arrivi mezz'ora prima non trovi posto nemmeno in piedi!
(Capitolium)[..]VESPASIANVS AVGVSTVS[..]
Teatro romano quasi tutto sepolto[..]) (a Verona
utilizzano l'Arena, intatta e in superficie[..]
Non fare il disfattista; chi ti legge senza conoscere la città chissà che
può pensare! E' successo quello che è capitato a Roma al Teatro Marcello.
Ciao.
Sergio.
-
Volevo prima di tutto far presente che pure a Brescia c'era
stata la citta` romana. Pare ci sia in giro gente davvero
convinta che tutte le costruzioni antiche rimangano li` in
eterno, integre e in bella vista, apposta per far divertire i
turisti. Come del resto ci sono sempre piu` bambini che
pretendono animali per i loro capricci, scambiandoli per
giocattoli o per creature bizzarre dei disegni animati.
Poi rimane il fatto che pure gli edifici costruiti
sopra il teatro sono tutelati, e quindi non si
possono demolire. Non per fare il disfattista, ma...
Hanno pensato ad alcune idee fantasiose e
complicate per risolvere la questione, ma per
ora solo idee, o studi puramente accademici
-
--
<***@despammed.com> <***@email.it>
Non dire gatto, se non ce l'hai nel sacco
http://groups.google.com http://groups-beta.google.com
http://www.piuchepuoi.it/
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Sergio Michele
2004-11-02 22:06:41 UTC
Permalink
Post by swen_news **\\_LINK_TeatroRomano_\\**
-
integrazione al mio messaggio del 23 luglio 2004
in risposta a Sergio Michele
Link all'idea-progetto di recupero del Teatro romano di Brescia
http://brezza.iuav.it/dpa/contenuti/attivita/consemev/archivio03/grassi/loc.htm
[Giorgio Grassi] (se la URL si spezza, ricomponila)
Bello, interessante..e adesso mi tocca fare una passeggiata in centro per
avere un'idea di come si colloca nella realtà.

Ciao.

Sergio.
n***@gmail.com
2014-06-11 08:36:15 UTC
Permalink
TONY BRASCHI E' ENTRATO NELLE CHARTS U.S.A.

Con "You'll Go Ahead", il nuovo brano dedicato alla scomparsa di Nelson Mandela, Tony Braschi nè approdato nelle classifiche americane: le Charts U.S.A.

http://www.soundclick.com/player/single_player.cfm?songid=12781428&q=hi http://www.soundclick.com/player/single_player.cfm?songid=12781426&q=hi&newref=1


Il brano è scritto - suonato - interpretato - prodotto dal Chitarrista e Vocalist TONY BRASCHI. Egli ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma: "Questo brano e' un inedito che riposava nel cassetto da 9/10 anni. Qualche settimana fa mi e' tornato in mente ed e' diventato un mio tormentone. Riascoltandolo ho avuto i brividi e, per la prima volta dopo anni, mi sono commosso. Il giorno stesso ho appreso della scomparsa terrena di NELSON MANDELA. Sono rimasto senza parole. Poi le ho ritrovate nel mio inedito che proprio in quei giorni era diventato il mio tormentone: la mia reiterata ossessione. A quel punto ho capito che il brano era stato una Premonizione. E cosi' ho deciso di pubblicarlo cosi' com'e': esattamente il demo inedito che riposava nel mio archivio d'inediti. Ora e' pronto per vivere di luce propria insieme allo spirito del suo ispiratore, il grande Uomo di questo Nuovo Millennio".


Tony Braschi è uno dei pochissimi artisti italiani che ha il privilegio di essere distribuito oltre oceano e negli USA è stato recensito positivamente da DWMmusic. Inserito a pieno merito dalla stampa e dagli addetti ai lavori tra i primi 50 migliori chitarristi italiani, vicino a nomi quali Ricky Portera, Andrea Braito, Nick Becattini, Alex Britti, Paolo Bonfanti, Maurizio Solieri, Alex Masi, Pino Daniele... fonti ufficiali pubblicate presso IL POPOLO DEL BLUES (http://www.ilpopolodelblues.com/pdb/old/rev/dic05/concerti/tony-braschi.html) (http://www.ilpopolodelblues.com/pdb/old/rev/nov05/rec/tony-braschi.html) e presso GUITARLIST (http://www.guitarlist.it/newsite/profili2.asp)



Reduce dalla pubblicazione del suo Tributo a Joe Cocker, (http://tonybraschi.blogspot.it/) ed ora con il nuovo brano dedicato a Nelson Mandela, YOU'LL GO AHEAD, l'artista al momento non sembra intenzionato ad iniziare un nuovo Tour, ma ha deciso di pubblicare una parte consistente del suo cospicuo materiale inedito.

Il suo precedente cd-album Rock Blues Experience, ha vantato la presenza gli ospiti internazionali, tra i quali: HERBIE GOINS, KARL POTTER, DEREK WILSON, DAVE SUMNER, ERIC DANIEL, DANIELE SEPE, AGOSTINO MARANGOLO, MARK HANNA, DOUGLAS MEAKIN, ed altri.

_______________________________________





Rock Blues Experience ha avuto la consacrazione della critica anche in Italia.
Rock & blues italiano DOC, ma dal respiro internazionale, non solo per la scelta di cantare in Inglese, ma per la struttura dei brani, il modo di suonare e la validità del risultato che non temono confronti con produzioni analoghe provenienti da altre nazioni.
AXE - Mario Milan
Nei 14 brani arrivano sferzate e colpi di pennata tipiche dei vecchi maestri in vena di sfoderare grinta e mestiere. Rock my Blues è un piccolo capolavoro con la sua andatura Shuffle, compreso l'assolo centrale a deliziare i fan di E. Clapton, S. Ray Vaughan.
CHITARRE - Mauro Salvatori
Definito spesso il Johnny Winter italiano, Tony Braschi è uno dei più sorprendenti e talentuosi chitarristi della scena blues italiana. Il suo tono vocale rauco e pungente che ci riporta spesso alla mente tanto Joe Cocker quanto George Thorogood.
IL POPOLO DEL BLUES - M. Manzi
Solo la chitarra sarebbe più che sufficiente per mandare in visibilio lo zio Fender. Inoltre Tony Braschi fornisce una grande dimostrazione della sua abilità di cantante, sprigionando una voce calda alla Bruce Springsteen.
DNA MUSIC - Alessio Romani
Braschi compone con organicità una musica dai toni contemporanei che comunica confidenza e si snoda armonicamente con classe ed eleganza e che non teme confronti con quelli di artisti di più grosso calibro del circuito internazionale.
ERNESTO DE PASCALE - Booklet CD
Riferimenti possono sicuramente essere trovati in Sound come quello dei Led Zeppelin e anche dei Metallica più morbidi. L'accostamento più naturale nel Sound è sicuramente quello con Buddy Guy e Eric Clapton.
LIVE CITY - Federico Armeni
Ciò che caratterizza questo disco in modo particolare è la grande energia sprigionata da Tony in studio che rispecchia in tutto e per tutto l'esplosiva potenza dei suoi concerti.
FOLK BULLETTIN - Salvatore Esposito
Tony Braschi tira fuori un blues a cavallo tra passato e futuro, tra grande produzione e intenso artigianato musicale, solismo raffinato e riconoscibile. Non perdete questo cd: un'indimenticabile esperienza rock blues.
MOVIMENTI PROG - Donato Zoppo
Difficile trovare un brano migliore dell'altro, dal primo all'ultimo minuto Tony Braschi riesce a dare emozioni in ogni suono, in ogni armonia.
SONIK MUSIK - Camozzato Loris
Braschi ha dato alle stampe un ottimo disco. lo ha fatto con mestiere, intelligenza e onestà verso chi ascolta. L'energia è infatti ben presente, così come l'ottima capacità compositiva.
L'ISOLA CHE NON C'ERA - Michele Manzotti
Compositore attento alle tendenze d'oltralpe, i suoi brani hanno fatto immediatamente il giro d'Europa, restando primi in classifica in Danimarca, Germania, Inghilterra e Olanda e a breve faranno rotta su Los Angeles e i paesi dell'Est. Tanto personale e attuale, da riuscire intrigante anche per la diffusione radiofonica.
CAMPANIA ON WEB (novembre '05) Dario de Simone
He became a fantastic European attraction because of his incredible live performances. These songs are powerful and melodic blues which at times, invoke the spirit of Bob Seger.
DWM MUSIC (USA- Dwm)

______________________________

BLOG TONY BRASCHI:


http://tonybraschi.blogspot.it/

FACEBOOK:

https://it-it.facebook.com/TonyBraschy

https://www.facebook.com/tony.braschi.7

MP3 / You'll Go Ahead:

http://www.soundclick.com/player/single_player.cfm?songid=12781428&q=hi

http://www.soundclick.com/player/single_player.cfm?songid=12781426&q=hi&newref=1
Loading...